Quando le luci si spengono, di Emily Dickinson

Quando le luci si spengono –

poco per volta ci si abitua al buio

come quando il vicino, sollevando alto

il lume, sigilla il suo addio –

Dapprima – i passi si muovono incerti

nel buio improvviso –

poi – lo sguardo si abitua alla notte –

e senza incertezza affrontiamo la strada –

Ed è così nelle oscurità più fonde –

in quelle notti lunghe della mente

quando non c’è luna che disveli un suo segno –

quando non c’è stella che – dentro – si accenda –

E i più coraggiosi – per un poco brancolano-

e battono – a volte – dritti in fronte –

contro il tronco di un albero –

ma poi imparano a vedere –

E allora è la Notte che si trasforma –

oppure un qualcosa nella vista

che alla Mezzanotte si conforma –

E la vita procede quasi senza incertezza.

 

 

 

Emily Dickinson, Silenzi, Feltrinelli 1986