Ritratto di Luigi Siotto

TIPOLOGIA

Ritratto


TITOLO

Ritratto di Luigi Siotto


AUTORE

Filippo Figari


ANNO

1920 c.


MISURE

98×133 cm


MATERIE E TECNICHE

Olio su tela


COLLOCAZIONE

Sala dei ritratti


NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Luigi Siotto, unico figlio di Giuseppe e Chiara Serra di Santa Maria, sottotenente della Brigata Sassari, muore nel 1916 a soli ventidue anni nella battaglia di Montefior. Viene ritratto in divisa sul fronte intento a studiare una mappa che tiene in mano, per la battaglia presumibilmente la sua ultima. Alle sue spalle il tramonto è metafora della giovane vita spezzata. Sono evidenti nell’opera le influenze della tecnica impressionista, conosciuta dal pittore durante il suo periodo di permanenza a Monaco di Baviera nel 1908. La giustapposizione del colore e le pennellate veloci dello sfondo, tipiche degli impressionisti, si contrappongono all’estremo realismo, quasi fotografico della figura, del volto pensieroso, delle mani vigorose e della rappresentazione della divisa militare, dipinti con campiture piatte.
La firma di colore rosso si può individuare nella mappa.